Fertilizzare correttamente in estate

b_1009_richtigduengenimsomm

Il fertilizzante a lenta cessione impiegato in primavera, in genere, alla fine di luglio è consumato. E’ consigliabile di conseguenza d’utilizzare un fertilizzante a pronto effetto, favorendo così la crescita e la fioritura delle piante fino all’autunno. All’inizio d’agosto è consigliabile cessare la concimazione, per preparare lentamente le piante al riposo invernale.

Quale fertilizzante

Ne esistono moltissimi tipi a pronto effetto. Il concime speciale (per es. per gerani) è stato studiato appositamente per apportare tutti gli elementi nutritivi ad un gruppo di piante in conformità alle loro esigenze specifiche.

Chi non dispone di sufficiente spazio per i diversi tipi di fertilizzante o desidera un trattamento più semplice, può ricorrere al fertilizzante universale, il quale si addice alla maggior parte di piante per interni, balconi e giardini.

Prudenza con il cloruro

Gli elementi principali del fertilizzante universale sono azoto, fosfato, potassio, ossido di magnesio e zolfo. La presenza di cloruro può recare danni a molte piante da interno e da giardino. Il fertilizzante dovrebbe dunque contenerne una dose minima.

Le regole

Il fertilizzante liquido ha un effetto rapido ed è il più semplice da usare. Come per altri fertilizzanti, non dovrebbe mai essere impiegato su un terreno asciutto. E’ consigliabile un utilizzo frequente in piccole dosi piuttosto che raro ed in grandi quantità, osservando il dosaggio indicato sulla confezione. Nel periodo da agosto a marzo è consigliabile sospendere la concimazione!

A proposito: gli amanti del giardino possono determinare la sostanza di cui ha bisogno una pianta, in base al suo aspetto.

b_1009_richtigduengenimsomm

In luglio è consigliabile utilizzare un fertilizzante a pronto effetto, per agevolare la crescita di piante in giardino, in balcone o in terrazza (foto: BGL/PdM).