Assemblea dei proprietari di case: i miei diritti in qualità di proprietario per piani

Nel primo trimestre o nel primo semestre dell’anno le comunità di proprietari per piani svolgono sempre la loro assemblea annuale. È una piattaforma per tutte le decisioni e questioni importanti. L’assemblea dei proprietari per piani è anche un grande esempio di democrazia concreta e di cooperazione.

A un certo punto dell’assemblea tutto va storto: il signor Rossi reclama perché il signor Bernasconi ogni sabato carica la sua bicicletta elettrica alla presa del garage sotterraneo, a spese di tutti gli altri. Il signor Bernasconi dal canto suo parla delle feste dei vicini e chiede di poter godere del suo riposo notturno ogni giorno a partire dalle 22.

Che in una di queste assemblee dei proprietari per piani vengano affrontati temi importanti e temi di importanza secondaria è normale. Però non va dimenticato un aspetto fondamentale: l’assemblea annuale, che è obbligatoria per legge, costituisce l’istanza decisionale più importante o l’organo più alto” della comunità di proprietari per piani. Ecco una lista di questioni che possono essere trattate in un’assemblea dei proprietari:

  • nomina ed elezione di un amministratore
  • accettazione del bilancio annuale, preventivo delle spese (budget) e ripartizione delle spese sui singoli proprietari
  • decisioni su misure edili come restauri, lavori di rimodernamento, grandi riparazioni
  • misure per la normale manutenzione edile dell’edificio
  • creazione di un fondo facoltativo per i lavori di restauro (non obbligatorio giuridicamente ma molto consigliabile) e decisione dell’importo di questo fondo
  • nomina di una commissione, ad esempio per analizzare più dettagliatamente un progetto di restauro o un lavoro di ristrutturazione, etc.
  • regolamenti di assicurazioni dell’edificio (nella maggior parte dei casi molte assicurazioni contro l’incendio, i danni causati dall’acqua, etc. sono obbligatorie ma spesso è consigliabile stipulare anche assicurazioni supplementari).

 

Tuteli i suoi diritti!

L‘assemblea annuale o assemblea dei proprietari è già di per sé molto importante, perché può collaborare personalmente in qualità di proprietario per piani! Le persone creative e volonterose sono indubbiamente avvantaggiate. A determinate condizioni può comunicare le sue idee e farle votare.

 

Diritto fondamentale: ogni proprietaria per piani e ogni proprietario per piani ha il diritto di collaborare all’assemblea di proprietari per piani. (immagine: fotolia)

 

Presentare richieste in occasione dell’assemblea dei proprietari

La legge non definisce esplicitamente chi può presentare delle proposte e come. In generale è compito dell’amministratore fissare una scadenza, redigere l’ordine del giorno e spedire per tempo gli inviti e tutte le documentazioni. Il termine da rispettare per l’invio degli inviti è contenuto nel regolamento della comunità di proprietà per piani. Normalmente gli inviti devono essere spediti 10 giorni o 2 settimane prima dell’assemblea.

Ai sensi della legge un quinto dei proprietari per piani può chiedere la convocazione di un’assemblea. Michel de Roche, Avvocato e presidente della camera dei proprietari per piani presso l’associazione settoriale SVIT, aggiunge: “Sono chiaramente dell’opinione che ogni proprietario per piani ha inoltre il diritto individuale di presentare delle richieste all’associazione. “Questo corrisponde per altro alla teoria dominante. Lo confermano anche alcuni regolamenti modello. Secondo i regolamenti modello comunemente utilizzati ogni proprietario per piani ha diritto di partecipare attivamente e di presentare richieste.

 

Una buona preparazione equivale a metà del lavoro: le questioni da trattare in un’assemblea dei proprietari anche la loro sostenibilità dovrebbero essere resi noti a tutti.  (Foto: fotolia)

 

[/caption]Un esempio semplice: il proprietario per piani Sommer si è confrontato in modo approfondito con i riscaldamenti e i sistemi energetici. Ora vuole far votare sulla costruzione di una pompa di calore e sull’utilizzo di un impianto ad energia fotovoltaica. Il comproprietario Sommer raggiunge nella più probabile delle ipotesi lo scopo presentando la richiesta o l’oggetto in questione tramite l’amministratore. Sommer può esprimersi su tutti gli oggetti da trattare elencati in forma scritta (appunto ad es. sul risanamento o la sostituzione del riscaldamento) e presentare richieste concrete anche la sera dell’assemblea. L’unica cosa importante e che non vengano prese decisioni su questioni non elencate nella lista delle questioni da trattare.

 

Chi invita? Chi vota?

All’assemblea dei proprietari possono partecipare tutti i comproprietari della casa? La preparazione e l’esecuzione di un’assemblea annuale concreta fa parte degli obblighi dell’amministrazione. Fondamentalmente tutti i proprietari per piani hanno diritto di partecipare e di far valere i loro diritti di cooperazione. Se un’abitazione appartiene a più di un proprietario, tutti i proprietari possono partecipare all’assemblea. Però hanno un voto solo.

Vuole diventare membro di una comunità di proprietari per piani e portare una ventata di aria fresca? Per ottenere risultati deve riuscire a convincere i suoi vicini (Foto: Pixabay)