Benvenuto sole: l’orientamento ideale per il proprio appartamento

Nord, sud, ovest, est: qual è l’orientamento migliore per un appartamento? Ti riveliamo a quali fattori prestare particolare attenzione in termini di esposizione al sole e questioni simili. In questo modo, quando ti trasferirai nella tua prossima abitazione non ti troverai davanti a sorprese inaspettate.

Sei alla ricerca di un appartamento e ne hai già visitato uno che ti piace moltissimo: la planimetria sembra buona, la cucina è abitale, proprio come dovrebbe essere al giorno d’oggi, il balcone non manca, il riscaldamento è a pavimento e, tutto sommato, non è troppo costoso. Ma ripensandoci, c’è ancora qualcosa che non ti convince?

Considera la posizione della tua futura abitazione

Chi è alla ricerca di un appartamento, vuole comprare una casa o anche farsene costruire una, farebbe bene a non dimenticare l’orientamento della propria futura abitazione. Sebbene sia bello vivere accanto a un ruscello oppure avere a disposizione un’ottima osteria proprio dietro l’angolo, questi presunti vantaggi potrebbero essere presto «oscurati» nel momento in cui l’appartamento dovesse trovarsi in una zona d’ombra.

In sostanza, la regola base è la seguente: l’abitazione dovrebbe essere esposta il più possibile alla luce del giorno su due lati. Durante l’inverno, le stanze che si affacciano verso sud sono quelle che hanno una maggiore esposizione al sole; in estate, invece, sono le stanze che affacciano a ovest ad essere esposte più a lungo alla luce del giorno. Per questo motivo, gli esperti raccomandano un orientamento est-ovest o nord-sud.

Orientamento dell’appartamento: al top verso sud, un flop verso nord.

Le argomentazioni a favore di un orientamento della zona giorno verso sud sono molte: in inverno, ad esempio, i raggi che penetrano nell’appartamento anche quando il sole è basso aiutano a riscaldare i tuoi ambienti, un bel vantaggio che si riflette anche sulla tua bolletta del riscaldamento. In estate, invece, quando il sole è praticamente in una posizione perpendicolare sopra l’abitazione, le temperature in casa non aumentano ulteriormente. Ma fai attenzione: non tutte le piante amano il caldo. Preparati a comprare le piante giuste per il balcone a sud e ricordati di annaffiarle più spesso.

Anche l’orientamento verso ovest è molto apprezzato. In questo caso, infatti, il sole splende dal pomeriggio alla sera ed è possibile utilizzare gli spazi aperti già nei primi mesi dell’anno, ma anche negli ultimi. E per chi non vuol perdersi lo spettacolo dell’alba dalla comodità del proprio letto, sarebbe necessario assicurarsi che la camera da letto sia rivolta verso est.

A questo punto molti penseranno che il lato nord sia un po’ il brutto anatroccolo tra tutti i possibili orientamenti di un appartamento. E una volta era proprio così, almeno nelle città. Sebbene sia vero che gli appartamenti rivolti verso nord siano considerati bui e scuri, chi vive in città sembra d’altro canto apprezzarne sempre più il loro lato fresco. La grande quantità di cemento e asfalto presente nelle città non permette una riduzione delle temperature in estate, che restano elevate anche al calar del sole. E sono molti ad avere paura di trascorrere notti tropicali fra le proprie quattro mura.

L’appartamento è maggiormente esposto al sole, ma…

Un’esposizione verso sud, il lato più soleggiato, vale ben poco se un albero impedisce alla luce del sole di penetrare i tuoi ambienti o se l’edificio di fronte si staglia come un gigante davanti alle tue finestre. Mentre nel primo caso ci sono anche alcuni vantaggi, ad es. l’albero tiene lontano il calore in estate e protegge l’abitazione da sguardi indesiderati, difficilmente ci si augura di trovarsi invece nel secondo.

Un appartamento al quarto piano è più luminoso rispetto a uno posizionato al piano terra. Per questo motivo, se per te è importante vivere in ambienti illuminati dalla luce del giorno, ti consigliamo di considerare a che piano si trova il tuo futuro appartamento. Inoltre, quando le coperture dei tetti sporgono sopra a finestre e balconi, l’esposizione al sole sarà ridotta.

Attenzione alle finestre!

Ormai fa parte dello stile di vita odierno di moltissime persone: più grande la finestra, meglio è. I tempi in cui si preferivano finestre piccole per essere meno esposti al freddo, al caldo e alle intemperie sono ormai un ricordo lontano. Ma parlando proprio di intemperie, queste non risparmiano le tue finestre neanche oggi. Quelle sul lato ovest, infatti, restano ancora alla mercé del maltempo e ne portano spesso i segni. E per chi preferisce un clima più fresco ma non vuole comunque rinunciare a un appartamento con le finestre rivolte a sud, sarebbe meglio assicurarsi che i vetri delle finestre a sud e a ovest possano essere oscurati tramite una protezione esterna.

Orientamento dell’appartamento: è la planimetria a rivelarlo.

Anche la planimetria di un appartamento (oggi spesso a disposizione già anche online) dice molto sull’orientamento dell’abitazione, purché sia possibile identificarne la posizione, ad es. quando è dotata di un ago della bussola che punta verso nord. Con il suo aiuto, infatti, è facile capire verso quale punto cardinale si affacciano le varie stanze. E quando questo manca, la situazione si fa certamente più complessa: in questo caso, infatti, non è possibile determinare se il balcone è esposto al maltempo o se le camere da letto sono rivolte verso ovest. Se hai la possibilità di recarti sul posto, il modo migliore per accertarti di tutto ciò e portare con te una bussola.

Inoltre, non sarebbe una cattiva idea visitare l’immobile per cui hai interesse due volte, in momenti diversi della giornata. Chissà, magari la vista sul tramonto dalla finestra a ovest è spettacolare, ma le vetrate sono di per sé un incubo. Queste saranno un richiamo costante alla pulizia, un richiamo di cui potresti voler fare a meno.