Come rendere la tua casa a prova di bambino

I bambini vedono le cose in modo completamente diverso. Sono curiosi e amano andare in giro a esplorare. Tuttavia, l’ambiente domestico cela molti più pericoli di quanto si possa immaginare.

È l’età a determinare quando è il momento di rendere il tuo appartamento a prova di bambino. I neonati non hanno alcuna autonomia e senza aiuto non sono in grado di percorrere grandi distanze. Il pericolo incombe soprattutto quando iniziano a gattonare. Da quel momento in poi non c’è più niente di sicuro e bisogna iniziare a tenere in considerazione alcuni aspetti.

Ecco 10 consigli che ti svelano come poter riorganizzare il tuo appartamento e renderlo sicuro per il tuo bambino:

 1. Riporre i prodotti di pulizia e i cosmetici in un luogo sicuro

Proprio con i detersivi è importante fare attenzione, in quanto possono essere nocivi per il tuo bambino. Ecco allora il nostro consiglio: Mettere tutto in un posto sicuro dove i bambini non possono arrivare. Ad esempio in un armadio abbastanza in alto. Un accorgimento ulteriore è quello di provvedere anche a chiuderlo con un sistema di blocco. In questo modo, ammesso che il bambino riesca a salire all’altezza delle ante, gli sarà comunque impossibile aprirle.

 2. Paraspigoli

Gli urti contro i mobili possono essere davvero dolorosi e provocare, inoltre, delle lacerazioni. È importante quindi che tu metta in sicurezza tutti gli spigoli dei mobili di casa. A tal scopo esistono i cosiddetti paraspigoli o protezioni per mobili. Si montano facilmente e rendono i tuoi mobili a prova di bambino.

 3. Coprire le prese di corrente

Le prese rappresentano una tra le insidie principali per i bambini. Pertanto è bene nasconderle. Per farlo esistono addirittura dei dispositivi copripresa per bambini. Questi ti consentono di continuare a utilizzare la presa, ma in tutta sicurezza in presenza di bambini. Un ulteriore elemento da considerare sono i cavi scoperti. Dovresti metterli in sicurezza facendoli passare in una canalina, in modo che il bimbo non inciampi o si metta a tirarli.

 4. Proteggere i fornelli

In cucina esistono molti punti in cui un bambino può ferirsi. Tuttavia il pericolo maggiore è costituito dai fornelli, dove i bambini possono bruciarsi molto facilmente. Per evitare che raggiungano le piastre elettriche o le manopole, esistono delle apposite griglie di protezione. Queste vanno semplicemente collocate davanti al piano cottura rendendolo, così, a prova di bambino.

5. Piante da appartamento

Sono poche le piante da appartamento velenose. Tuttavia, alcune foglie contengono del lattice irritante che può provocare escoriazioni alla gola, nausea o persino vomito. Pertanto, è consigliato mettere le piante in alto o, idealmente, eliminarle del tutto. In questo modo si previene il rischio che il bambino tiri la pianta e la faccia cadere.

 6. Cancelletti per scale

È del tutto normale che i bambini cadano o inciampino. Tuttavia, una caduta dalle scale può rivelarsi molto pericolosa. Per evitare che il tuo bambino scorrazzi per le scale quando non è sorvegliato, ti consigliamo di installare un apposito cancelletto. Prima di acquistarlo, però, verifica che le sbarre siano abbastanza solide e alte, in modo che il bambino non possa romperle o non riesca ad arrampicarcisi.

 7. Ancorare armadi e scaffali

Anche se sembrano appoggiati in modo sicuro, scaffali e armadi vanno ancorati alle pareti per ragioni di sicurezza. Così si sventa il pericolo che un bambino possa essere travolto da un mobile. Esistono numerosi metodi per fissare un armadio alla parete. Quello più facile prevede semplicemente il fissaggio del mobile alla parete tramite viti.

 8. Chiudere porte e finestre

Durante le loro imprese avventurose, i bambini amano avvicinarsi a porte e finestre per esplorare il mondo. Per evitare che durante queste esplorazioni le loro dita rimangano incastrate, si consiglia di montare sulle finestre delle apposite protezioni e di utilizzare dei fermaporta per le porte.

9. Area esterna

Se all’esterno hai una piscina o un laghetto, ti consigliamo di coprirlo. Questa misura di sicurezza impedisce al tuo bambino di cadere nella piscina e gli consente di giocare fuori indisturbato, tenendolo al sicuro dal pericolo di annegamento.

 10. Altro

Ci sono oggetti che sarebbe meglio non tenere in giro. Tra questi, naturalmente, tutti quegli oggetti che il bimbo potrebbe ingoiare o con cui si potrebbe ferire, come ad esempio:

batterie, accendini, gioielli, sigarette, forbici ecc.

È opportuno rimuovere anche i vasi e gli oggetti fragili, in quanto cadendo i loro cocci possono ferire il bambino. Durante i primi anni di vita del bambino, consigliamo di riporre in alto o in luoghi sicuri anche altri oggetti pesanti o delicati.